\speed=20

Il Libro Parlato a Chivasso

Pubblicata il 09/01/13

Con questo spirito la Città di Chivasso ha portato a termine un progetto ambizioso e bello: l’inaugurazione della nuova biblioteca civica “MoviMente”. Un progetto ambizioso che, grazie al lavoro di più amministrazioni succedutesi ha consentito di realizzare un edificio moderno presso l’area adiacente alla stazione ferroviaria. Particolare questo no secondario: l’ambizioso progetto è stato finanziato dal Ministero per lo Sviluppo economico, dal Ministero alle Infrastrutture e Trasporti e da Rete Ferroviaria Italiana. Saranno èresenti i più moderni apparati informatici, audio , video e , naturalmente libri cartacei. Mirabile il prossimo arrivo del “lascito Bettica” un patrimonio librario imponente e importante, certa attrazione dell’offerta della biblioteca.

Il Sindaco Libero Ciuffreda già a maggio aveva rivolto un appello a tutte le realtà associative e di servizio del territorio affinchè partecipassero alla realizzazione di questo progetto. Al Lions Chivasso Host, in occasione del convegno sulla Protezione Civile chiese, inoltre, di pensare a chi non ha il bene della vista. I numerosi non vedenti e ipovedenti, i bimbi dislessici chiedevano un segno di attenzione  e il sindaco se ne faceva tramite. Il club decideva, quindi, di aderire e di proporre l’attivazione del servizio “Libro parlato Lions”.

  Il primo e fondamentale contatto con la realtà del Libro parlato avveniva grazie  all’instancabile Corrado Vincent, presidente del comitato distrettuale che sostiene il service dle Libro parlato. Alla prima riunione con i funzionari comunali incaricati Maria Sirna e Antonio Ventura esponeva con dovizia e passione la realtà dle Libro parlato, guadagnando la simpatia del comune al “Libro” e al Lions tutto.

Come presidente procedevo a prendere i contatti con il Centro di Verbania dove l’impareggiabile Giulio Gasparini , officer delegato del Governatore quale responsabile al service multidistrettuale permanente “Libro parlato  per i ciechi d’Italia” mi forniva le “dritte”giuste per definire presto e bene il collegamento al “Libro” con una delle numerose postazioni informatiche presenti nella biblioteca.

IL 18 dicembre il gran momento. Il taglio di nastro ufficiale alla presenza di una folla festante. Moltissimi i bimbi. Il discorso del Sindaco Ciuffreda è stato pieno di speranza ed entusiasmo. Vedere un evento bello dopo tante vicissitudini amare per la Città è stato interpretato come un segno positivo e grande. I lions hanno partecipato a tutto questo. In quella sede, in questa giornata memorabile (e non solo per il freddo polare) Il Sindaco Libero Ciuffreda, Pier Riccardo Dazzi (in rappresentanza del Libro Parlato) e Roberto Riva Cambrino ( in rappresentanza del Lions Club Chivasso Host, presidente del club promotore) hanno sottoscritto la convenzione per l’attivazione del collegamento al Libro parlato per via telematica. Ciò ha permesso di rendere disponibile ai non vedenti della zona un patrimonio librario di ottomila volumi. Tanto per dare un’idea i testi nella nuova biblioteca esposti sono altrettanti, quelli in magazzino circa trentamila. Un service, questo, che porta a quindici in Piemonte le postazioni presso le biblioteche al servizio di chi non ha il bene della vista o ha impedimenti gravi alla lettura. Particolarmente gradita e degna di nota è la presenza della delegazione del Libro parlato, presente alla cerimonia: oltre a Pier Riccardo Dazzi  erano presenti Giulio Gasparini , Giuseppe Bormida accolti dai lions locali con calore ed amicizia tali da far apprezzare la giornata come caratterizzata a dire di un dei partecipanti da un’ospitalità “meridionale” tanto è stata calorosa e prodiga di attenzioni. Che dire: il più bel complimento tra amici uniti in un’iniziativa bella e grande come piantare, con una biblioteca un seme di speranza.

Roberto Riva Cambrino

Presidente Lions Club Chivasso Host


Vai all'archivio: Ultime News

Tutti i diritti sono riservati - 2010 - Libro Parlato Lions
Powered by 4mmg