\speed=20

Il Libro Parlato Lions a favore dei disabili mentali

Pubblicata il 01/12/15

A partire dalla fine del 2014, Anffas Prato, grazie all’aiuto del Libro Parlato Lions nella figura di Lucia Vailati, ha attivato su alcuni utenti il progetto libro parlato. Nel periodo fino al giugno 2015 abbiamo definito, sulla base del funzionamento cognitivo e degli interessi, un piccolo gruppo di tre utenti e altri tre utenti seguiti individualmente. Dopo alcuni incontri sperimentali, dal gennaio 2015 sono stati effettuati 7 sessioni di ascolto in piccolo gruppo e 31 individuali. Durante l’ascolto, è stato spesso efficace utilizzare immagini pertinenti che sostengono l’attenzione e la comprensione; inoltre, particolarmente significativo è stato il momento di rielaborazione previsto al termine di ogni sessione, e ripreso all’inizio di quella successiva. Il nostro modello organizzativo prevede di raccogliere la soddisfazione percepita dagli utenti in tutte le attività proposte, e in questo caso, è risultato molto chiaro il gradimento di tutti i partecipanti: in 50/52 rilevazioni è risultato il punteggio di massimo gradimento. Per il momento quasi tutti i libri ascoltati non sono stati scaricati e solo un utente ha scaricato un libro per ascoltarlo anche a casa.
Al di là delle evidenze di gradimento, dal nostro punto di vista essenziali dato che non è facile individuare attività motivanti che abbiano anche valenze rispetto allo sviluppo personale, alcune osservazioni qualitative ci confermano l’utilità di tale approccio: una persona di 48 anni, con esiti motori e neuropsicologici di trauma cranico ha mostrato un chiaro interesse per l’argomento ed una forte motivazione rispetto al lessico, riuscendo a imparare nuove parole e con evidenze anche testistiche (giugno 2015) di un miglioramento neuropsicologico complessivo e, per la prima volta, anche della memoria a lungo termine. Una altra persona di 52 anni con esiti di cerebropatia perinatale, ha finalmente mostrato interesse per l’attività, a fronte di un assetto motivazionale da sempre passivo ed apatico. Inoltre, nel piccolo gruppo, la scelta di un argomento motivante e condiviso, ha permesso che questa esperienza potesse rinsaldare in positivo la qualità dei rapporti sociali.
E’ quindi nostra intenzione:
• dare continuità al progetto per le persone che lo hanno iniziato, cercando di facilitare l’ascolto in autonomia al di fuori del setting
• aiutare la persona che si è scaricata il primo libro a dare continuità con ascolto domestico, o in autonomia,
• inserire nuovi utenti

Lo staff Anffas Prato
 


Vai all'archivio: Ultime News

Tutti i diritti sono riservati - 2010 - Libro Parlato Lions
Powered by 4mmg